18 M A G A Z I N E # Moda Lusso Lifestyle Fashion Tech e Auto Show News Sport Viaggi

Senza barba, capelli ricci, naso lungo e volto paffuto: scoperto in un antico battistero in Israele il vero volto di Gesù?

gesu 1

Il pigmento rossastro è sbiancato dal sole che per secoli lo ha colpito, le linee sono appena visibili in quanto erose dal tempo, ma se l’illuminazione è quella giusta è indiscutibile che si riesce ad osservare il volto di una persona che un tempo decorava un battistero cristiano nel sud di Israele. E stando ad alcuni indizi ed ipotesi quel volto potrebbe rappresentare quello di Gesù Cristo. In tal caso sarebbe una delle primissime rappresentazioni del Salvatore. Quella iconografia però, distrugge quanto di familiare abbiamo con il volto di Gesù: non possedeva barba, i capelli erano lunghi, ma non fino alle spalle ed erano ricci.

gesu 2

A dire il vero gli archeologi avevano scoperto il dipinto negli anni 20 dello scorso secolo, quando venne segnalato sulla rivista The Journal of the Palestine Oriental Society, che altro non è che un catalogo di scoperte. Fu proprio lo scarso stato di conservazione a far sì che quel disegno venisse ben presto dimenticato.
L’interesse sul dipinto è stato risollevato da Emma Maayan-Fanar dell’Università di Haifa la quale ha spiegato all’Haaretz: “ Mi trovavo vicino a quel dipinto nel momento giusto e nel posto giusto quando l’angolo con il quale la luce del Sole colpiva il dipinto lo fece risaltare davanti ai miei occhi”.

gesu 3E così è nato un gruppo di ricerca di archeologi che ha cercato di ricostruire quel disegno e il volto che rappresentava e ha pubblicato i risultati su Antiquity. Ne è uscito uno che mostra il viso di un giovane con un naso piuttosto lungo e un volto relativamente paffuto. Attorno al disegno sono state scoperte tracce di pigmento che suggerivano la presenza di altre figure religiose importanti. Poiché il dipinto si trova all’interno della sede di un battesimale di una chiesa, risulta facile ipotizzare che quel volto potesse rappresentare Gesù da giovane, nel momento del suo battesimo.
Sempre nello stesso battistero l’anno scorso era stata rinvenuta una rappresentazione più canonica di Gesù Cristo, del quale però le ingiurie del tempo hanno cancellato quasi completamente la figura della testa, lasciando solo pochissimi dettagli.
Il battistero si trova nell’antica città di Shivta. Sembra che sia stata fondata circa 1.800 anni fa e che ben presto divenne un importante villaggio agricolo lungo una via di pellegrinaggio popolare. Al momento tuttavia, non vi è ancora uno studio particolareggiato che abbia permesso di datare con assoluta precisione quel battistero, anche se è presumibile che nacque insieme a al villaggio.
Va sottolineato dunque che il volto di quel Cristo, se effettivamente si tratta di Gesù, è comunque stato filtrato da circa due secoli di racconti e altre raffigurazioni. Non è detto dunque che Gesù assomigliasse veramente a quel volto. Nella realtà infatti il modo con il quale viene rappresentato Gesù dipende dal gruppo di cristiani che lo rappresenta, adattandolo all’esperienza culturale e alle abitudini delle persone.
Ma aldilà di questa scoperta, O se si vuole e riscoperta, va detto che per gli archeologi quel dipinto è estremamente importante perché rappresenta la prima scena di battesimo trovata in Terra Santa. La maggior parte di quel tipo di rappresentazione è stata distrutta o perlomeno rimossa dal luogo della creazione e quindi un ritrovamento del genere risulta di estremo interesse.

gesu 4

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: