18

Perse moglie e figlio nell’attentato di Nizza, muore consumato dal dolore

nizza

Non ce l’ha fatta e quasi tre anni dopo aver perso nel terribile attentato della Promenade des Anglais, a Nizza, il figlioletto e la ex moglie, Tahar Mejri ha voluto seguire la stessa sorte: «non aveva alcun istinto suicida – testimoniano quelli dell’Associazione delle vittime che lo conoscevano bene – ma si è lasciato morire, talmente era triste e svuotato».
Tahar Mejri, 42 anni, aveva perso il figlio di 4 anni e la ex moglie il 14 luglio 2016 nell’attentato che fece 86 morti fra la gente che stava seguendo i fuochi d’artificio. «È stata aperta un’inchiesta per verificare le cause della sua morte – ha detto Seloua Mensi, presidente dell’associazione Promenade des Anges, di cui fanno parte i familiari delle vittime – ma per la famiglia è morto di dolore. Se non fosse stato musulmano, si sarebbe suicidato»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: