18 M A G A Z I N E # Moda Lusso Lifestyle Fashion Tech e Auto Show News Sport Viaggi

Lago di Garda mon amour: la Top Ten dei luoghi più spettacolari

La Top Ten del lago di Garda: i 10 posti più spettacolari
Una speciale top ten dei 10 luoghi più spettacolari del lago di Garda: dalla Strada della Forra alla ciclabile di Limone, dalla Rocca di Manerba alle Grotte di Catullo

La Top Ten del lago di Garda: i 10 posti più spettacolari:

Viaggiatori e turisti, residenti e pendolari, studenti e lavoratori: ci siamo consultati e informati, abbiamo fatto sondaggi tra amici e turisti, insomma una lunga ricerca per stilare la classifica delle dieci location più spettacolari di tutto il lago di Garda, da nord a sud. Una top 10 unica nel suo genere, le cose da vedere almeno una volta nella vita. Ma ne basta una soltanto per ritornarci, e ritornarci ancora. E se adesso non riuscite più a trattenere la curiosità, allora datevi da fare: ecco a voi la graduatoria “social” che stavate aspettando da sempre

Strada della Forra

La Strada della Forra fa parte della mitica Strada Provinciale 38, la Porto-Pieve che dalla Gardesana, da Campione, sale verso Tremosine. Realizzata nei primi anni del secolo scorso, è da allora che viene considerata “la strada più bella del mondo”: così bella da far innamorare anche Winston Churchill, che non a caso la definì come “l’ottava meraviglia”. La strada sale (o scende) dal porto alla pieve, per poco più di un chilometro: incastonata nella roccia, si accompagna a paesaggi mozzafiato. E’ stata protagonista anche di un film di James Bond, con un inseguimento a tutta velocità.

Terrazza del Brivido

La Terrazza del Brivido si trova ancora a Tremosine, nella parte alta del paese. Non lontana dal centro del caratteristico borgo, è raggiungibile a piedi. Nella pratica si tratta di una vera e propria terrazza, sospesa a strapiombo a oltre 350 metri d’altitudine sul lago: si vede il Garda, bellissimo, e poi le montagne, le sponde di tre province e tre regioni. Non adatto a chi soffre di vertigini, e da qui il suo nome: basta guardare di sotto, e il brivido è garantito.

Santuario di Montecastello

Il Santuario di Montecastello è considerato il monumento per eccellenza di Tignale: sorge su uno spuntone di roccia calcarea, a picco sul lago. La sua posizione offre ai visitatori panorami unici e spettacolari: con lo sguardo si spazia dalle alte cime del Monte Baldo fino alla penisola di Sirmione. E’ stato restaurato di recente: sorto sui ruderi di un antico tempio, è stato poi trasformato in castello. Al suo interno custodisce la Casa Santa, un tempietto che risalirebbe addirittura all’800 d.C. E’ aperto e visitabile dal 13 aprile al 31 ottobre 2019, dalle 9 alle 18.

Grotte di Catullo e Giamaica

Siamo a Sirmione, “la perla del lago”: l’area archeologica delle Grotte di Catullo conserva al suo interno i resti di una delle maggiori ville residenziali dell’Italia settentrionale. Collocata proprio sulla punta della penisola sirmionese, domina dall’alto del suo sperone roccioso l’intero bacino del lago di Garda. La villa occupa un’area di circa 2 ettari, circondata da uno storico uliveto composto da oltre 1500 piante: all’interno dell’area archeologica è aperto anche un piccolo Museo archeologico. A due passi dalle Grotte si trova anche la spiaggia Giamaica, forse la più bella di tutto il lago (ne parliamo più approfonditamente in questa guida).

Strada del Ponale

La Strada (o sentiero) del Ponale inizia proprio dal centro di Riva del Garda: per raggiungerla si supera il porto e si segue la costa in direzione Limone, superando la vecchia centrale idroelettrica. La strada è indicata come Sentiero D01, in direzione di Ledro: la passeggiata si può fare a piedi o in bici, ed è davvero adatta a tutti. Venne ricavata nella roccia già dalla metà dell’Ottocento, ma poi chiusa e riaperta solo nel 2004: ad oggi è considerato uno dei sentieri ciclo-pedonali più belli d’Europa. L’intero percorso, andata e ritorno, misura circa 20 chilometri.

Punta Larici

Siamo a nord, estremo nord. Punta Larici è considerata (a ragione) uno degli scorci più belli di tutto il lago di Garda. La si raggiunge partendo da Pregasina, frazione “alta” di Riva, imboccando la strada forestale per Malga Palaer. Si prosegue poi lungo il sentiero SAT 422B, fino a raggiungere Punta Larici. Il percorso in tutto misura circa 3 chilometri e mezzo, ma non è per tutte le gambe: per intenderci, si parte dai 529 metri di altitudine di Pregasina fino ai 1169 metri della vetta. Prima di arrivare in cima, si segnala un altro bellissimo punto panoramico, alla statua della Regina Mundi.

Valle delle Cartiere

La Valle delle Cartiere di Toscolano Maderno è un sito di archeologia industriale, appena sopra il paese, considerato di notevole interesse (e bellezza), che raccoglie testimonianze del lavoro dell’uomo che risalgono ancora al XV secolo. Nelle località di Gatto, Maina Superiore e Maina di Mezzo si trovano ancora i resti di alcuni edifici produttivi dell’epoca, riemersi nel corso di una recentissima campagna di scavi. Per tutto l’estate non mancano eventi e iniziative, poi c’è il Museo della Carta, infine la Chiesa di Luseti. Ma la Valle delle Cartiere la si può attraversare anche lungo gli antichi percorsi, che costeggiano canali e seriole.

Funivia di Malcesine e rifugio Telegrafo

La Funivia di Malcesine è operativa ormai da mezzo secolo, e collega Malcesine al Monte Baldo: tappa obbligata per i turisti (e non solo) del lago di Garda, considerata uno degli impianti funiviari più moderni e avanzati del mondo. Si parte da Malcesine, in pochi minuti si raggiungono i 1800 metri di quota: nel mezzo un “volo” a picco sul Garda, il paesaggio dell’acqua e delle montagne. Esiste anche una tappa intermedia, a San Michele. Ancora più in alto della fermata del Monte Baldo, a oltre 2100 metri d’altitudine, si trova anche il bellissimo Rifugio Telegrafo. A questo link orari e tariffe.

Rocca di Manerba e Punta Sasso

La Rocca di Manerba da pochi anni è una Riserva naturale orientata, con tanto di parco lacuale d’acqua dolce unico in Italia: uno scrigno prezioso, un museo a cielo aperto che racconta il paesaggio, la natura e la storia di un territorio unico. All’interno della Riserva sono presenti un sentiero di interesse provinciale del CAI e quattro sentieri “locali”: a questi si affiancano una dozzina di sentieri tematici per esplorare la flora e la fauna del luogo. Sulla punta della Rocca ci sono i resti di un castello millenario, oltre che la storica croce da cui si vede tutto il lago. Alle porte della Riserva è presente anche il Museo archeologico: poco lontano anche la spiaggia di Pisenze, tra le più belle del Garda.

Ciclabile sospesa di Limone

La pista ciclabile sospesa di Limone sul Garda è stata inaugurata poco meno di un anno fa: fa parte di un maxi-progetto in cui si prevede un collegamento ciclabile unico per tutto il lago di Garda. Il tratto di Limone, ovviamente, è tra i più spettacolari, a strapiombo sul lago, con la pista ciclabile incastonata nella roccia: il percorso è di circa 2 chilometri, percorribili di giorno e di notte. Il paesaggio è davvero mozzafiato: da una parte le montagne, che si levano alte verso il cielo, dall’altra lo strapiombo verso il lago di Garda. Anche questa, da non perdere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: