18

Moda – Ghali, icona di stile e fuoriclasse del rap

Milioni di views su YouTube, concerti sold out, un album (dal titolo “Album”, appunto) pubblicato lo scorso maggio e una serie di singoli finiti in pochissimo tempo nella Viral Chart di Spotify: questi i numeri di Ghali, la nuova star della scena musicale italiana che sta scrivendo a suon di rime un nuovo capitolo nella storia del nostro rap.

Milanese, nato 24 anni fa da genitori tunisini, Ghali ha fatto della contaminazione la sua cifra stilistica distintiva: i suoi brani parlano di giovani, periferie, videogame e Islam, mescolano sonorità orientaleggianti, versi in francese e arabo, slang e citazionitratte da cartoni e serie tv.

Ma contaminazione è la parola d’ordine anche per i look del rapper che fin dai suoi esordi si è contraddistinto con uno suo stile eclettico e ricercato, diventando un’icona di riferimento per la generazione Millennials e non solo. Non stupisce dunque che sia corteggiatissimo dal mondo della moda, mondo che peraltro l’artista conosce bene, visto che dal 2015 porta avanti anche un suo brand di streetwear, la STO Clothing.

Lo stilista Damir Doma lo ha voluto in passerella durante la scorsa fashion week, mentre Adidas lo ha scelto per raccontare alcune delle sue linee più note, come Adidas Originals. In occasione di uno degli ultimi eventi organizzati dal brand, il rapper non ha nascosto la propensione a future collaborazioni, magari per progettare insieme una nuova scarpa.

Tra le collaborazioni più recenti c’è anche quella Dondup che lo ha voluto per il lancio della capsule collection Iconic, ispirata all’heritage del marchio: venti capi selezionati dall’archivio della maison rivisitati con materiali innovativi e trasversali.

Patinato ma non troppo, lontano dalle esagerazioni gangsta style, lo stile di Ghali è eterogeneo e raffinato, proprio come i suoi testi. Nel suo guardaroba confluiscono elementi presi in prestito alla Old School – dalle giacche di pelle vintage alle immancabili sneakers – skinny pants e calzini bianchi alla Michael Jackson (uno dei suoi artisti di riferimento), capi classici del guardaroba maschile, pattern e colori accesi che richiamano i graffiti, ma anche le sue origini tunisine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: