18

LifeStyle/ Le pandemie al cinema. Virus e pellicola

Da Contagion (quella volta in cui Soderbergh «predisse» una sorta di Coronavirus) a L’esercito delle 12 scimmie, con l’ospedalizzato Brad Pitt, ad Andromeda Strain, dall’omonimo romanzo di Michael Crichton (ideatore di E.R.). Quelle volte in cui il cinema è stato “contagiato” da storie di epidemie diffuse in tutto il globo

Quarantene, strade desolate, supermercati saccheggiati, fluidi letali… Il Coronavirus ferma il mondo (uscite cinematografiche comprese) per uno scenario quasi degno di un blockbuster apocalittico. Lo aveva «predetto» Steven Soderbergh nel suo Contagion, thriller pandemico girato nove anni fa e tornato alla ribalta in questi giorni, grazie all’accurata ricostruzione scientifica ricollegabile all’attualità. Avvalendosi di un cast corale all-star, il regista premio Oscar gira un film ultra-realistico che racconta il diffondersi di un virus mortale e la lotta per la sopravvivenza con conseguente psicosi collettiva.

In realtà, il cinema è stato più volte “contagiato” da storie di epidemie diffuse in tutto il globo, che siano malattie infettive in cui ci resti secco o virus da mutazione zombie.

Per ammazzare il tempo nella clausura forzata – e per esorcizzare le nostre ipocondrie – ecco nella gallery i 10 film virali più ansiogeni degli ultimi tempi. Da Contagion, che fa da apripista, a L’esercito delle 12 scimmie, con l’ospedalizzato Brad Pitt, dalla psicosi kinghiana della miniserie L’ombra dello scorpione fino ad Andromeda Strain,dall’omonimo romanzo di Michael Crichton (quello di E.R.).

Ecco 10 film che vi faranno tornare con i piedi per terra. Le apocalissi vere sono altre!

  • 28 giorni dopo: un potentissimo virus creato in laboratorio – questo veramente – fuoriesce dal contenimento e infetta le persone trasformandole in assassini. In soli 28 giorni l’epidemia dilaga e i sopravvissuti devono riunirsi per scappare dalla città.
  • World War Z: un’epidemia zombie si diffonde, minacciando di distruggere l’umanità intera, e un ex investigatore americano si vede costretto a tornare all’opera per trovare la fonte del contagio e salvare il salvabile.
  • L’esercito delle 12 scimmie: anno 2014, la popolazione terrestre vive nel sottosuolo dopo essere stata decimata da un virus tremendo. L’unica soluzione? Mandare indietro nel tempo James Cole con la speranza che possa trovare un antidoto alla malattia.
  • Resident Evil: ispirato a un videogioco, il film di genere azione-horror e fantascienza. Anche in questo caso la sopravvivenza dell’intero genere umano è compromessa dal diffondersi di un virus creato in laboratorio. Ne nasce una situazione realmente apocalittica.
  • Io sono leggenda: New York, 2012. Tutti gli esseri umani sono stati uccisi da un virus e trasformati in vampiri. Il solo sopravvissuto, il dottor Robert Neville, lotta disperatamente per trovare una cura.
  • Light of my life: un virus ha sterminato buona parte della popolazione femminile mondiale. Un padre e la sua unica figlia, di undici anni, si nascondono tra boschi e case disabitate mentre la giovanissima Rag si finge maschio ogni volta che non può evitare il contatto con altri esseri umani, crudeli e violenti per la mancanza di femmine.
  • Virus letale: un’ improvvisa epidemia di una mortale malattia mette in ginocchio la California. Il dottor Daniels, Dustin Hoffman, aveva previsto il propagarsi del virus, senza essere ascoltato. Quando gli eventi precipitano, Daniels viene richiamato in servizio e dovrà contribuire a salvare il mondo.
  • Contagion: una malattia simile all’influenza ma letale e contagiosa anche per contatto con estrema rapidità colpisce il mondo. Il panico si diffonde ovunque e il film segue le reazioni di personaggi rappresentativi della nostra società.
  • Doomsday – Il giorno del giudizio: il Mietitore è un virus mortale che ha contagiato centinaia di migliaia di persone in Gran Bretagna, uccidendole tutte. A trent’anni dal suo isolamento il virus arriva a Londra e il governo deve occuparsene.
  • The Last Days: film spagnolo dove una misteriosa epidemia, per la quale il solo contatto con l’aria aperta conduce alla morte colpisce l’intero pianeta. I sopravvissuti lottano per rimanere in vita in un mondo chiuso e sotterraneo. In tutto questo, Marc si mette alla ricerca della fidanzata Julia, senza mai uscire all’aperto.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: